SLOTTATI!

SLOTTATI è il nome della campagna avviata dal Movimento 5 Stelle di Oleggio per contrastare il fenomeno sempre più crescente del gioco d’azzardo “legalizzato”. Oggi infatti, slot machine, video-poker, gratta e vinci e poker on-line fanno parte di quel circuito di “vincite facili” capaci di ingabbiare le persone più fragili nell’ostinata ricerca della giocata fortunata. Purtroppo però, ciò che accade è esattamente l’opposto. Se la “liberalizzazione controllata” doveva sfavorire l’aumento delle pratiche clandestine ciò che è avvenuto è stato invece l’aprire un mercato di elevati guadagni a lobby che ora ne detengono totalmente il controllo; soprattutto da quando, nel 2006, la legge Bersani-Visco ha aperto il mercato alle multinazionali straniere. In questo scenario, per via di una legislazione arretrata e una crescente deregolamentazione, allo Stato rimane poco nulla, mentre molto viene tolto alle fasce più deboli dei cittadini. Diventare giocatori ludopatici è infatti più facile di quanto si pensi, ancor di più se si fa caso alla martellante pubblicità che va a puntare dritta ai problemi delle famiglie. L’allarme è tanto preoccupante quanto lo sono i costi per guarire da questa dipendenza. Si parla di diversi miliardi euro che andranno a crescere nei prossimi anni, a fronte di ricavi sempre più esigui a favore dello Stato.
Questi motivi hanno spinto il gruppo di attivisti 5 Stelle di Oleggio a intraprendere un percorso di studio e di collaborazione con agenzie e associazioni del territorio che si occupano del fenomeno, impegnandosi nella realizzazione della campagna SLOTTATI che si propone di sostenere percorsi di recupero per giocatori ludopatici, e di prevenire e sensibilizzare sul tema.
Giovedì 29 gennaio il Movimento 5 Stelle, insieme al proprio consigliere Stefano Riva, ha quindi presentato SLOTTATI all’attuale Amministrazione comunale che si è detta favorevole a una collaborazione tra le diverse forze politiche in favore di un’iniziativa che non può che avere riscontri sociali positivi sui tutti i cittadini oleggesi.

Per avere maggiori informazioni o aderire alla campagna SLOTTATI scrivere a: info@5stelle.it

 

 

Annunci
Pubblicato in comune, gioco d'azzardo, gruppi di lavoro, Uncategorized | Lascia un commento

L’8 x mille all’edilizia scolastica: è ora di agire

Che in Italia la lunghezza dei tempi burocratici possa porre un freno o ritardare iniziative atte a migliorare il Paese, è cosa nota. Ma che le buone iniziative vengano bloccate sul nascere dalle amministrazioni comunali, beh, questo risulta più difficile da accettare.
Il 16 ottobre il Movimento 5 Stelle di Oleggio ha depositato in Comune una lettera che poneva all’attenzione del sindaco e della giunta la possibilità di presentare la richiesta per ricevere l’8X1000 per l’edilizia scolastica. Possibilità frutto di un emendamento del Movimento 5 Stelle che permetterà ai cittadini di devolvere parte delle proprie tasse per la ristrutturazione, l’efficientamento energetico e la messa in sicurezza delle scuole italiane, in contrasto alla politica del Governo Renzi che alle promesse di devolvere oltre tre miliardi per gli edifici scolastici ha invece destinato meno di cento milioni di euro. A oggi l’Amministrazione non ha dato nessun riscontro di voler procedere in tale direzione, tant’è che, al prossimo Consiglio comunale il consigliere cinque stelle, Stefano Riva, presenterà una mozione che impegni il Sindaco e la Giunta a fare richiesta formale per poter usufruire di tali fondi.
I tempi infatti stringono, essendo il termine ultimo il 15 dicembre (se confermato quanto deciso dal Consiglio dei Ministri a fine ottobre). Ci auspichiamo quindi che non venga persa questa occasione.
Di occasioni, infatti, nell’ultimo periodo, se ne sono perse. E sono occasioni a quattro zeri, come si suol dire.
La prima è stata la spesa di €10.000 per la sostituzione delle targhe viarie nel centro di Oleggio, mentre la seconda, riguarda l’asfaltatura del piazzale ovest di Piazza Atleti Azzurri d’Italia, per €40.000.
Oltre a esprimere perplessità sull’impermeabilizzazione del suolo attuata con la sostituzione degli autobloccanti forati con asfalto, il Movimento 5 Stelle ha interpellato il Sindaco per sapere se, in questo momento economicamente soffocante per le famiglie, visti anche i rincari dei buoni pasto della mensa scolastica e la variazione delle fasce ISEE che ha reso più difficile l’accesso alle agevolazioni previste per diversi servizi comunali, fosse davvero necessario effettuare tali spese. Riteniamo infatti che le manovre di un Comune debbano andare in primis nella direzione di sostegno ai cittadini in difficoltà, posticipando, in mancanza di urgenza, gli interventi strutturali.
Urgenza che invece si dovrebbe adottare nel caso della Cava Colabeton S.p.A., in Cascina Malfatta a San Giovanni, il cui suolo, durante attività di recupero ambientale, è stato invece contaminato con idrocarburi pesanti e arsenico. Il Movimento 5 Stelle ha presentato un’interpellanza per sapere come si intenderà procedere in un caso dove, la mancanza di verifiche dell’Amministrazione pubblica e di normative più stringenti su queste tipologie di lavoro, pesa gravemente sulla tutela dell’ambiente e della salute degli oleggesi.

Pubblicato in comune, Gianpaolo Andrissi | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

CAVA DI OLEGGIO, DOVEVA ESSERE RIPRISTINATA MA ADESSO E’ UN SITO DA BONIFICARE

ANDRISSI (M5S): “CAVA DI OLEGGIO, DOVEVA ESSERE RIPRISTINATA MA ADESSO E’ UN SITO DA BONIFICARE”
6 novembre 2014

In provincia di Novara si sta assistendo a una situazione preoccupante riguardo le modalità di riempimento di alcune cave giunte al termine del loro ciclo estrattivo. In ultimo, un caso che riguarda da vicino proprio la città di Oleggio. La Provincia di Novara, in una prima autorizzazione di ripristino ambientale della cava di ghiaia e sabbia in località S. Eustachio-Cascina Malfatta, situata in frazione San Giovanni , ha permesso l’utilizzo di diversi tipologie di rifiuti, tra cui anche fanghi di cartiera. A cava praticamente riempita l’Amministrazione provinciale ha dichiarato di non consentire più l’utilizzo dei fanghi di cartiera. Scelta assolutamente condivisibile se fosse arrivata fin dall’avviamento dell’iter dei lavori, e non alla loro conclusione.
Il 24 settembre 2014 si è quindi riunita la Conferenza dei Servizi per valutare il rinnovo e la modifica degli interventi di recupero ambientale presso la medesima cava, presentati dalla ditta Colabeton SpA. In questa occasione è emerso che “ le analisi effettuate” dall’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale ” sui campioni di terreno prelevati nelle trincee scavate nella porzione di cava ritombata hanno evidenziato il superamento dei limiti […] per il parametro idrocarburi pesanti (valori a volte anche cinque volte superiori ai limiti consentiti dalla legge) e, in un caso, anche per il parametro arsenico”. Inoltre l’ARPA evidenzia che “nell’apertura delle trincee per i campionamenti di giugno 2014, non si sono rilevati i 50 cm di terreno umico previsti da progetto”.
La situazione, a questo punto, è veramente paradossale: un ripristino ambientale si sta trasformando in un sito contaminato da bonificare. Non si giunge per caso a situazione così equivoche e pericolose. Infatti, è la stessa Regione Piemonte che ha autorizzato l’utilizzo di rifiuti per il riempimento della cava Allara a Romentino (NO), cava con falda affiorante. Una cosa mai concessa prima che crea un ulteriore precedente per casi simili e pure peggiori.
La gestione delle cave, ancora una volta, ci dimostra sia la carenza di verifiche e controlli da parte delle Amministrazioni pubbliche, sia la necessità di disporre di normative più stringenti a tutela della salute, dell’ambiente e delle persone.
Paolo Andrissi, Consigliere Regionale M5S Piemonte

Pubblicato in ambiente, comune, Gianpaolo Andrissi | Lascia un commento

Le cave sul territorio: sono sicure?

Schema VERTICALE.pub

Pubblicato in ambiente, Gianpaolo Andrissi, Uncategorized | Contrassegnato , , | Lascia un commento

CONTINUITA’ ASSISTENZIALE, IL PD NON CANCELLA LE VERGOGNOSE DELIBERE DI COTA

VCO – ANDRISSI (M5S): “CONTINUITA’ ASSISTENZIALE, IL PD NON CANCELLA LE VERGOGNOSE DELIBERE DI COTA”
12 novembre 2014

Ancora una volta la Giunta Chiamparino conferma la propria sintonia con quella Cota. L’ultima dimostrazione arriva dalla gestione della continuità assistenziale nell’Ossola.
L’esecutivo guidato da Cota aveva concentrato tutti i posti letto per la continuità assistenziale presso l’Eremo di Miazzina (VCO) costringendo i famigliari dei degenti a percorrere diverse decine di km in più per assistere i propri cari.
Ai tempi il Partito Democratico s’indignò e non perse occasione per contrastare questa prospettiva. Nel giro di qualche mese tutto è cambiato. A quanto pare anche la posizione del Pd, almeno a giudicare dai fatti.
Le delibere di Cota, nonostante il cambio al vertice della Regione, sono ancora lì e producono gli stessi disagi di qualche mese fa. Eppure il vicepresidente Reschigna si era speso in prima persona per riattivare i 30 posti di continuità assistenziale nelle Rsa di tutta la zona.
Ci saremmo aspettati maggiore coerenza tra dichiarazioni e fatti, tra Pd “di lotta” e Pd “di Governo”. Attendiamo, con scarsa fiducia, la fine dell’anno quando è prevista la riassegnazione dei posti letto. In quella occasione valuteremo la serietà della Giunta regionale oppure se il bluff del Pd sia destinato a continuare.
Paolo Andrissi, Consigliere regionale M5S Piemonte

Pubblicato in Gianpaolo Andrissi, Regione, Uncategorized | Contrassegnato , , | Lascia un commento

DOPO LA NOSTRA DENUNCIA L’APPALTO DEI RIFIUTI NON E’ PIU’ SOSPESO

MEDIO NOVARESE – ANDRISSI (M5S): “DOPO LA NOSTRA DENUNCIA L’APPALTO DEI RIFIUTI NON E’ PIU’ SOSPESO”
11 novembre 2014

Oggi in aula l’assessore regionale all’Ambiente Valmaggia ha risposto all’interrogazione presentata dal Consigliere M5S Paolo Andrissi in merito alla necessità di un intervento da parte della Regione affinché si svolga regolarmente la gara d’appalto sui rifiuti indetta dal Consorzio Medio Novarese di aprile 2014.
Contrariamente a quanto segnalato in una lettera dei sindaci dell’alto Vergante in cui diffidavano il Cda del Consorzio dall’assunzione di qualsiasi atto contrario allo svolgimento della gara d’appalto per la gestione integrata del ciclo dei rifiuti; l’assessorato ha affermato che al momento la gara non è sospesa.
L’assessorato ha inoltre precisato come, secondo le leggi regionali, non abbia competenza ad intervenire ed eventualmente bloccare tale procedimento amministrativo.
La notizia che la gara abbia ripreso il proprio iter procedurale ci fa ben sperare per i benefici economici ed ambientali di cui gioveranno i Comuni della zona ed i cittadini. Ciò non toglie che lo sblocco dell’appalto sia arrivato solo dopo la nostra puntuale denuncia mediatica. Continueremo a vigilare affinché tutto si svolga nella massima trasparenza e nel pieno rispetto della legalità.

Paolo Andrissi, Consigliere regionale M5S Piemonte

Pubblicato in ambiente, comune, Gianpaolo Andrissi, rifiuti, servizi | Lascia un commento

I nostri lavori di luglio

Questo mese il Consigliere Stefano Riva ha portato all’attenzione del Sindaco un’interrogazione riguardante una fideiussione nel ambito del progetto (nel frattempo decaduto) del nuovo poliambulatorio e i lavori conseguenti nell’area della Villa Caminadina. Durante la seduta del Consiglio Comunale del 14 luglio ha chiesto quindi quali iniziative sono state intraprese da parte del Comune di Oleggio al fine di tutelare le ragioni di credito dell’Amministrazione Comunale.

Qui la registrazione video della seduta.

Gli interventi maggiori di S. Riva sono al min. 1:14:20  e al min. 1:20:55

 

Il Testo dell’interrogazione:

interrogazione-cc-14_07_20140001-1interrogazione-cc-14_07_20140001-2

 

Articolo sul Corriere di Novara del 24 luglio 2014

Caminadina_Cor-Novara_24_07_2014

 

 

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , | Lascia un commento

I nostri lavori di giugno

Il 12 giugno si tenuta la prima seduta del Consiglio Comunale della nuova legislatura 2014-2019. Il neo-eletto Consigliere Stefano Riva del M5S ha ricordato al Consiglio e al pubblico,(la seduta ha avuto luogo nella sala ! del Teatro Civico) che intende resistere con forza al consumo di ulteriore suolo nel territorio comunale. Tutti i gruppi consiliari hanno anche cercato un accordo di come assegnare le rappresentanze nelle varie consulte istituzionali di Oleggio.
Cliccare qui per la registrazione audio della seduta.

Corriere di Novara 19/6/2014

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Oleggio 5 stelle

Il candidato sindaco del Movimento 5 stelle di Oleggio sarà Stefano Riva, ragazzo di 36 anni, dipendente come Security Agent presso l’aeroporto di Milano Malpensa S.E.A. s.p.a.; oleggese dalla nascita, sposato dal 2012 e presto padre.
La scelta del candidato sindaco è stata presa a votazione palese tra gli attivisti del Meetup di Oleggio.
Da diversi anni Stefano Riva partecipa come attivista al Meetup di Oleggio e come cittadino si è impegnato attivamente sul territorio con iniziative volte a favorire la partecipazione alla vita politica comunale, una maggior trasparenza di gestione del bene pubblico e per la salvaguardia dell’acqua come bene comune. Ha inoltre partecipato alla stesura di uno dei punti principali del programma presentato dal Movimento 5 stelle di Oleggio che riguarderà una gestione innovativa dei rifiuti della città, riducendo la quantità da conferire in discarica fino a farla tendere allo zero (Strategia Zero Rifiuti).
Il programma prevederà inoltre: la cessazione di un consumo indiscriminato del suolo, ponendo attenzione a una riqualificazione del patrimonio edilizio già esistente prima di nuove concessioni di costruzioni; un piano di maggior coinvolgimento della cittadinanza oleggese, ad esempio introducendo il “bilancio orientato” che terrà conto delle proposte dei cittadini affinché una parte delle spese programmabili sia condivisa dalla maggioranza dei residenti; maggiore accessibilità e trasparenza del lavoro svolto in comune e un piano di attenzione sociale a costi ridotti. Questi sono solo alcuni degli argomenti che trattano un programma di proposte molto dettagliate nate dal contatto e dai bisogni riscontrati nel dialogo con gli oleggesi.
L’attività del Meetup di Oleggio, che altro non è che un punto di ritrovo tra i cittadini che vogliono attivarsi per parlare di politica locale e per trovare soluzioni che possano migliorare il territorio locale, è infatti avviata ormai da diversi anni e come tale ha visto la sua crescita aumentare nel corso degli anni, offrendo spazio e appoggio a tutti coloro che nel corso del tempo hanno sentito la necessità di voler partecipare a un cambiamento politico, ma soprattutto culturale.
In questa direzione il Movimento 5 stelle di Oleggio ha già voluto dare un segnale di forte cambiamento nelle pratiche della politica locale. Data l’attuale fase storica, caratterizzata da una profonda crisi socio-economica, le istituzioni dovrebbero rivolgersi con particolare attenzione verso le categorie più svantaggiate e alleviare, ove possibile, le sofferenze di natura economica e di disagio sociale. Per questo il Movimento 5 stelle di Oleggio ha chiesto formalmente all’attuale amministrazione comunale che la graduatoria degli scrutatori venga redatta attraverso l’applicazione del sorteggio tra chi avrà avanzato regolare domanda di candidatura, nel rispetto del riconoscimento del diritto per le pari opportunità, considerando tra i requisiti preferenziali la condizione di disoccupazione, di inoccupazione e la numerosità del nucleo familiare

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento